Apprendiamo dalla stampa nazionale delle spese per il funzionamento degli organi di gestione nell’ultimo triennio.

In particolare nell’articolo si rileva che i costi sono lievitati in modo considerevole relativamente ai gettoni di presenza nei Gruppi di lavoro, che, per ciascun componente del Consiglio di Amministrazione, sfiorano i 35.000 euro l’anno, che si vanno ad aggiungere all’indennità di carica.

Tutto questo, dice la Corte, a fronte dell’esiguità delle pensioni erogate, che al momento attuale si mantengono tutte sotto il limite minimo della pensione sociale.

Alcune considerazioni sono d’obbligo.

È la Corte dei Conti che scrive e che fa rilievi: per rispetto agli psicologi l’ENPAP deve tener conto delle critiche ricevute.

ALTRAPSICOLOGIA, non solo non lo l’ha fatto, ma si è ben guardata di farlo sapere nella speranza che la notizia fosse diffusa solo dopo le elezioni del 27 febbraio – 3 marzo 2017.

Abbiamo pubblicato sul nostro sito fin dai primi di gennaio che nel nostro programma le indennità saranno onnicomprensive dei gettoni per i gruppi di lavoro: non ci voleva molto a capire che quella era una criticità: bastava leggere il bilancio.

Il programma di NoiEnpap andrà avanti esattamente in quella direzione, come abbiamo scritto e detto in questi mesi: meno sprechi, maggiore attenzione alla costruzione di pensioni decorose e più servizi agli Iscritti.

Non avevamo notizia della Relazione della Corte, ma abbiamo proposto fin dall’inizio un Comitato di Garanzia composto, per l’appunto da Magistrati provenienti anche dalla Magistratura contabile.

Ci saremmo aspettati una maggiore trasparenza da chi della trasparenza ha fatto il proprio cavallo di battaglia.